Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 15 apr 2024, 10:18




Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Obesità? E' determinata dal cablaggio di base del cervello 
Autore Messaggio
Fondatrice
Avatar utente

Iscritto il: 9 feb 2009, 21:55
Messaggi: 895
Località: Tolentino
Messaggio Obesità? E' determinata dal cablaggio di base del cervello
Non tutti i cervelli sono “programmati” per combattere l’obesità. Alcuni sarebbero più lenti di altri a mandare segnali di “sazietà” e ciò spiega come mai, a parità di alimentazione, alcuni diventino obesi e altri no. Dimostrando così che non è sempre la dieta la causa del sovrappeso, ma anche il patrimonio genetico e lo sviluppo pre-natale del cervello.

Questo l’oggetto dell’ultimo studio di un gruppo di ricercatori della Yale School of Medicine, diretto dal professor Tamas Horvath e pubblicato da Pnas.

Gli scienziati hanno condotto esperimenti con ratti da laboratorio, allevati in modo che la loro resistenza all'accumulo di peso fosse nota. Dopodiché tutti gli animali hanno ricevuto una dieta ipercalorica. Horvath e colleghi hanno notato come i roditori presentassero da subito differenze significative nelle regioni del cervello che regolano l'alimentazione. In alcune cavie, i neuroni che segnalano la sufficienza delle calorie (e quindi l'inizio del processo di trasformazione in energia) erano più pigri, poiché rallentati da altre cellule. In altre, invece, gli stressi neuroni erano molto più attivi, rendendo la combinazione stop della nutrizione-produzione di energia fosse molto più rapida ed efficiente.

Insomma, spiega Horvath, "Sembra che questo cablaggio di base del cervello, sia un elemento determinante per la vulnerabilità a sviluppare l'obesità".


Questo spiega come mai ci siano persone che mangiano troppo a ogni pasto, senza accorgersene, e rischiano di diventare obesi.
In base a questo, ad esempio, due fratelli possono seguire la stessa dieta ricca di grassi e non ingrassare allo stesso modo.

"Queste osservazioni - conclude Tamas Horvath - aggiungono alla tesi che a fare la differenza nel diventare obesi è sempre meno la volonta' personale e piu' lo sviluppo del nostro cervello".

Fonte: Tamas L. Horvath et al., "Synaptic input organization of the melanocortin system predicts diet-induced hypothalamic reactive gliosis and obesity", PNAS published ahead of print August 2, 2010, doi:10.1073/pnas.1004282107

La mia domanda, sulla base delle conclusioni di Horvath, è: esistono strategie e tecniche per "ingannare" il nostro cervello e correggere quindi il suo cablaggio di base?


_________________
"Prima dí a te stesso cosa vorresti essere; poi fai ciò che devi fare." Epitteto
----------
Immagine Docente e Formatore in comunicazione efficace. Fondatrice di Comunicare PositivaMente.
Solidea Vitali è anche su: Immagine Immagine Immagine


5 ago 2010, 9:03
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010

Copyright 2008-2010 Solidea Vitali P.iva 01538560432
Web Design - Luciana Lato - lldesigns