Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 19 apr 2021, 2:55




Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Il cevrello non accetta il rifiuto in amore 
Autore Messaggio
Fondatrice
Avatar utente

Iscritto il: 9 feb 2009, 21:55
Messaggi: 895
Località: Tolentino
Messaggio Il cevrello non accetta il rifiuto in amore
Tutti i giorni ormai sentiamo certe storie, storie di amori finiti e atti di aggressione commessi da chi è stato lasciato.
Va bene, la fine di una storia d'amore fa sempre male (se si è innamorati) ma come mai non ci arrende? O come mai si arriva a compiere gesti tanto brutti?

Quando si è respinti dalla persona che si ama, il cervello sembra incrementare la sua attività nelle aree legate alla motivazione, alla ricompensa e alla dipendenza. Ciò spiegherebbe come mai è così difficile controllare il senso di angoscia e dolore dopo una delusione amorosa e arrendersi al destino.

A dimostrarlo è stato uno studio presentato sul Journal of Neurophysiology, che potrebbe fornire nuove spiegazioni anche alla messa in atto dei comportamenti più violenti nel caso di rifiuto in amore come lo stalking, l’omicidio e il suicidio.

Nel loro studio, un gruppo di ricercatori statunitensi della Rutgers University nel New Jersey ha utilizzato la risonanza magnetica per analizzare l’attività cerebrale di 15 ragazzi e ragazze della scuola superiore reduci da una delusione amorosa. I giovani erano stati abbandonati da una media di 63 giorni ma dichiaravano di essere ancora profondamente innamorati del (o della) loro ex e di pensare alla loro storia d’amore finita per l’85% della giornata.

Quando ai giovani venivano mostrate le fotografie del (o della) loro ex partner, il loro cervello mostrava un aumento dell’attività a livello dell’area tegmentale ventrale del mesencefalo, che controlla il senso di motivazione e di ricompensa, del nucleo accumbens e della corteccia prefrontale, coinvolti nelle dipendenze, e nella corteccia insulare, un’area coinvolta nel dolore e nel senso di angoscia.

Questi risultati dimostrerebbero che un rifiuto amoroso sembra instaurare una specifica forma di dipendenza. Una sorta di motivazione all’azione per cercare di riconquistare l’amore perduto e non arrendersi ai fatti, talvolta, in modo del tutto inutile e con strategie violente o intimidatorie.

Fonte: Fisher HE et al. Reward, Addiction, and Emotion Regulation Systems Associated With Rejection in Love. J Neurophysiol 2010; 104:51-60.


_________________
"Prima dí a te stesso cosa vorresti essere; poi fai ciò che devi fare." Epitteto
----------
Immagine Docente e Formatore in comunicazione efficace. Fondatrice di Comunicare PositivaMente.
Solidea Vitali è anche su: Immagine Immagine Immagine


30 lug 2010, 13:42
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010

Copyright 2008-2010 Solidea Vitali P.iva 01538560432
Web Design - Luciana Lato - lldesigns